domenica 12 novembre 2017

Recensione: Miss Peregine - La casa dei ragazzi speciali di T. Burton


Trama: Quando l'amato nonno lascia a Jake indizi su un mistero che attraversa mondi e tempi alternativi, il ragazzo si ritroverà in un luogo magico noto come La casa per bambini speciali di Miss Peregrine. Ma il mistero si infittisce quando Jake conoscerà gli abitanti della casa, i loro poteri speciali e i loro potenti nemici. Alla fine scoprirà che solo la sua "peculiarità" potrà salvare i suoi nuovi amici.

Voto: 9/10

Mio parere: Bello, come il libro. Spero che escano anche gli altri fi. e non vedo l'ora di continuare con la saga. Sono tutti personaggi adorabili, e davvero con dei poteri interessanti ed alcuni quasi insolti che di solito non si vedono in altri racconti oppure film. Non vedeo l'ora di vedere film, per vedre i volti dei personaggi, che secondo me sono azzeccati per essere negli anni '40. Sono visi che si adattano molto bene a vestiti e pettinaute dell'epoca. La Green l'adoro come attrice, la conobbi con Penny dreadful serie tv che adoro. Che purtroppo dopo 3 stagioni (se non erro) è stata cancellata. E anche qui è se la cava molto bene.



sabato 11 novembre 2017

Recensione: the cake eaters - Le vie dell'amore di M. Stuart Masterson


Trama: Georgia Kaminski è una ragazzina che vive in un piccola città e che ha una grave malattia  genetica - l'atassia di Friedrich - che le procura gravi handicap motori e verbali. Sapendo di avere davanti pochi anni di vita, Georgia decide di affrettarsi e di provare l'amore e il sesso. La sua scelta cade su Beagle, un ragazzo di vent'anni sensibile e amorevole, figlio del macellaio locale che, guarda caso, ha da tempo una relazione segreta proprio con la nonna di Georgia. L'intreccio e i segreti tra le due famiglie sono destinati a trovare inattese soluzioni dopo il funerale della madre di Beagle, con il ritorno tardivo da New York di Guy, il fratello maggiore di Beagle.

Voto: 7/5

Mio parere: Film davvero carino e delicato. Mi è piaciuto come è stato fatto, e la Stewart è sempre molto brava. Interpretare una persona con un problema fisico, è sempre molto impegnativo perché può non venir bene essendo difficile il modo in cui parla e quello in cui cammian. Ed invece trovo che le riesca davvero molto bene, non è nemmeno stereotipato. Anzi trovo che molto spesso gli attori normodotati che devono interpretre personaggi con una malattia di qualsiasi natura sia, fanno davvero un lavoro eccezzionale. Peccato che questo film sia poco portato in TV, credo di averlo beccato una volta sola, ed invece secondo me è uno di quelli che va visto almeno una volta.


venerdì 10 novembre 2017

Recensione: Mi hanno regalato un sogno di Beatrice Vio

Mi hanno regalato un sogno: La scherma, lo spritz e le ParalimpiadiMi hanno regalato un sogno: La scherma, lo spritz e le Paralimpiadi by Beatrice Vio
My rating: 3 of 5 stars

Libro interessante, sulla sola atleta donna che stimo e ammiro. La sua storia la conoscevo già grazie alla puntata fatta per lei da Marco Berry. Solo che questo libro secondo me è stato un po troppo allungato su argomenti che potevano essere tagliati. Avrei preferito che la parte sport fosse più corta, sono importanti i suoi traguardi, ma trovavo noiose alcune parti. Questo però non mi fa perdere stima e ammirazione verso di lei, è pur sempre una forza della natura e un grandissimo esempio per tutti.

View all my reviews

giovedì 9 novembre 2017

Recensione: Cattivissimo me 3 di K. Balda


Trama: Cattivi si nasce, non si diventa. Semmai si ritorna. E infatti Gru, protagonista di Cattivissimo me 3, dopo aver voltato pagina e seguito l'adorata Lucy tra le fila della Lega Anti Cattivi, si lascia stuzzicare ancora una volta dal fascino della malvagità. Soprattutto dopo la grande rivelazione: il desiderio di predare, conquistare, comportarsi in maniera meschina e disonesta con il prossimo, è scritto nel suo DNA; il fiuto per le macchine corazzate e i missili a lunga gittata è una dote ereditaria che ha scoperto di condividere con il facoltoso fratello gemello Dru, recentemente ritrovato. Dru è identico al cattivissimo originale, ma con una setosa chioma bionda e una risatina civettuola che non manca di sfoderare per ottenere quel che vuole. E lui vuole formare un duo di cattivissimi che sia in grado di rubare un diamante rubato, strappandolo dalle grinfie del perfido Balthazar Bratt ex bambino prodigio, adulto ossessionato dal personaggio che interpretava negli anni 80. Gru dovrà così scegliere se percorrere la retta via mostrata dalla moglie Lucy e dalle figliolette adottive Margo, Edith e Agnes, o abbracciare il retaggio familiare appena riemerso. Non serve dire per quale delle due ipotesi fanno il tifo, quel piccolo concentrato di appetito e malvagità che sono i Minions.

Voto: 7/10

Mio parere: Mai delusa da questi cartoni. Strano ma vero, visto che adesso sono odiosi come i bambini che spesso incontro. E comunque non danno nemmeno dei buoni insegnamenti. Peppa Pig che rutta come se fosse bello farlo davanti a tutti, Masha che è viziata e arrogante come se fosse giusto comportarsi così. I migliori in tutto sono coloro che fanno vedere queste cose hai loro figli. Ma non si può pretendere troppo, da chi gli fa urlare come pescivendoli e NON gli dice nulla.  Qui anche noi scopriamo che Gru a un fratello gemello, che viveva con il padre, che credeva defunto quando lui era in fasce, ed invece vivea solo in un posto diveso, ma Dru (il gemello) sapeva benissio della sua esistenza. Lucy e Gru per una motivazione che vedrete poi nel film restano senza lavoro, e quinndi hanno tempo per andare a conoscere Dru con le bimbe. Così facendo i gemelli possono conoscersi meglio, e Lucy può finalmente dedicarsi alle bimbe. Tutto non fila bene, i Minions si sono allontanati da loro, sempre per una motivazione che scoprirete voi, ed in più c'è un nuovo cattivo noto a Gru che si è preso qualcosa che non gli spetta per nulla. Riusciranno i due fratelli a sconfiggerlo? specialmente Dru che non è mai stato un cattivo e non sa come comportarsi.


martedì 7 novembre 2017

Recensione: Orphan Black stagione 2


Trama: Sarah non ha più scelta, è in fuga ed è inseguita da avversari mortali. Disperata della figlia Kira, Sarah sospetta che il clone senza rispetto Rachel è dietro la scomparsa e inizia una guerra contro di lei. Alison e Donnie vanno al funerale della loro amica, Aynsley, e la porta Alison a cadere nella disperazione e nel senso di colpa. Cosima deve prendere una decisione importante che potrà avere numerose conseguenze.

Voto: 5/5

Mio parere: Amo questa serie. E se non fosse per tutte le mie abitudini, che ci tengo a tenermi stretta :D mi guarderei anche le altre 3 stagioni di fila. Ma NON amo le maratone, e preferisco gustarmi le cose. Come sempre la serie è interessante. Come vedete dalla GIF qua sopra abbiamo un clone con il pizzetto, fa sempre parte (si vede benissimo) delle sorelle di Sarah, solo che lui è Tony. Ma non ci sarà solo lui di nuovo membro, alla fine ne scopriremo un'altro. Come scopriremo che il progetto Lida non è il solo. Sono contenta che Helena sia migliorata in questa stagione, tanto di nemica basta Rachel per tutti, senza bisogno di una seconda. Non vedo l'ora di sapere se ci saranno in giro altri cloni del Sarah club (come lo chiamo io xD). L'attrice ha fatto un lavoro con i fiocchi, buona parte dei personaggi li fa una singola persona, cambiando modi di fare, voci, vestiti, e altro. E non credo sia semplice, però a parte nel doppiaggio Italiano che si capisce che la voce è sempre la stessa, i personaggi sono tutti ben distinti anche se uguali. E un mega lavoro. Credo sia il solo caso tra film e Telefilm dove una sola attrice fa più ruoli.) Per ora ne conto 10 più una che per motivi che capirete guardando la serie è interpretata da un'altra attrice, ma sarebbe sempre una di loro. Non vedo l'ora quindi di sapere come continua, se Rachel verrà finalmente messa k.o, se oltre queste 10 ne sbuca magari un'altro di clone del Sarah club magari anche solo in una foto, e sopratutto cosa succederà adesso che abbiamo saputo che oltre al progetto Lida c'è di più.


lunedì 6 novembre 2017

Recensione: Doctor Foster, stagione 2


Trama:Sono passati 2 anni e la vita professionale e privata di Gemma scorre tranquilla
finché un invito e una festa non mette in atto un piano distruttivo.

Voto: 3/5

Mio parere: Prima di tutto avrei preferito fosse una serie autoconclusiva, visto che per me era già finita con i primi 5 episodi la serie. rovo che non abbia avuto senso farne altri 5. E poi è decisamente più cupa della scorsa, va bene che due persone che divorziano si possono anche odiare, ma qui sembra di essere con dei bimbi della materna che si fanno i dispeti. Lui che è colpevole vuole che sia lei 2 anni dopo a dover andare via dalla cittadina in cui vivono, percH lui è nato lì ed  è giusto che spetti lui viverci. Ma dove è scritto? lei che invece di ignroarlo gli va diero come un'Oca. Sono felice che per fortuna alla fine è lei ch vince su di lui, il figlio le torna, e lui resta solo capirete poi perché se guardate la serie. Lei ha commesso molti sbagli, ma non ha sneso che sul finale sia tornata sui suoi passi. Non che quello che stava per fare con l'ex marito fosse l'ecito, ma trovo che abbia perso tempo a tornare da lui per parlare quando poteva andare a casa e stare con suo figlio che soffriva molto. Il finale mi ha davvero lasciata senza parole. Non mi sarei mai aspettata questa decisione, pnso che abbia fatto bene fino ad un crrto punto. E mi auguro che lei ora lasci stare il suo ex.


domenica 5 novembre 2017

Recensione: Stella sulla terra di A.Khan


Trama: Ishaan Nandkishore Awasthi è un bambino di otto anni con grandi difficoltà a scuola. Ripete la terza classe e ogni materia rappresenta un problema. Dopo un incontro con gli insegnanti, i genitori decidono di iscrivere il bambino in un collegio dove diventa amico di Rajan Damodran, il migliore studente della classe. Anche nel nuovo istituto il bambino non riesce però a fare progressi, fino all'arrivo di un nuovo maestro di arte, Ram Shankar Nikumbh o "Nikumbh Sir". Il docente si rende subito conto che Ishaan è affetto da dislessia e contemporaneamente rimane profondamente colpito dalla creatività e dal talento che il bambino dimostra nel disegno. Decide dunque di prendersi personalmente cura del bambino. Gli fa imparare a leggere e scrivere e indice una gara di pittura per tutta la scuola. Ishaan fa un bellissimo disegno e arriva per secondo, e finalmente sul suo viso è stampato un sorriso.

Voto: 9/10

Mio parere: Io amo i film Indiani, perché sono ben fatti e non ci sono scene di sesso messe a caso. Non ho problemi con il sesso sia chiaro, e mi va bene che ci sia nei film. E' normale, ma non che sia come Greys anatomy o come i Tudors che passano il tempo a fare sesso e poi il resto. Fate dei porno e non se ne parla più. Tornando a noi, come sempre il bimbo non solo non viene capito dalla famiglia e dal padre maschilista viene visto come un poverino. (Mi meraviglio che non incolpa la moglie dei problemi del figlio), ma poi mi chiedo come mai tanti insegnanti on capiscono che il piccolo è Dislessico? no, non perché l'India è un paese povero, ma perché come qui molti insegnanti sarebbe meglio che si limitassero a zappare la terra, che è anche troppo. Spesso (parlo anche per esperieza personale) sono lì tanto per avere un lavoro, non perché amano questo lavoro e specialmente i bambini. Quindi non si curano di capire se magari il piccolo può essere aiutato è un PESO e basta. Per fortuna che la preside della vecchia scuola (anche se tardi) capisce che forse è ora di metterlo in una scuola diversa. Ovvio anche in colleggio tutti menefregisthi è solo un PROBLEMA un bimbo antipatico e capriccioso. Meno male che poi arriva il maestroo di arte (che anche lui era dislessico) e capisce il suo problema e lo aiuta. Questo film andrebbe fatto vedere a tutti quegli adulti genitori ed insegnanti che credono che i bimbi con delle difficoltà piccole oppure grandi come anche delle malattie, siano dei pesi, siano inutili e da mettere da parte. Basta vedere la scena dove due colleghi del maestro di arte gli fanno capire benissimo che i suoi alunni dell'altra scuola sono inutili SOLO perché magari non vedenti, oppure con difficoltà minori e maggiori non potranno concludere nulla nella vita. Peccato che: Leonardo Da vinci (viene citato nel film) era dislessico ed era un grande inventore, Ray Charles è non vedente eppure era un'ottimo musicista, così come Boccelli un ottimo lirico, oppure Hawking uno dei più stimati scienziati. Però fa COMODO non ricordarsi di queste persone. Fatevi più spesso un'esame di coscienza, che è la cosa migliore.


sabato 4 novembre 2017

Recensione: Pelè di J & M.Zimbalist


Trama: Racconta l'incredibile storia vera del leggendario giocatore di calcio che da semplice ragazzo di strada raggiunse la gloria, appena diciasettenne, trascinando la nazionale brasiliana alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958 e diventando poi il più grande calciatore di tutti i tempi vincendo altre due Coppe del Mondo. Nato in povertà, affrontando un'infanzia difficile, Pelé ha usato il suo stile di gioco poco ortodosso e il suo spirito indomabile per superare ogni tipo di ostacolo e raggiungere la grandezza che ha ispirato un intero Paese, cambiandolo per sempre.

Voto: 9\10

Mio parere: Non seguendo più il calcio da tempo, mi sono annoiata un pochino. Però la storia in se è bellissima. Anche perché io lo adoro, e quindi me lo sono vista con piacere lo stesso. E' stato un grandissimo calciatore anche meglio di Maradona secondo me, e ancora oggi chi ama davvero il calcio e chi come me sa capire chi è davvero valido e chi no (in teoria non è difficile) non può non riconoscere Pelè come un grande giocatore, con doti meravigliose. Ed è grazie a lui che ancora oggi in Brasile si può "ballare" mentre si gioca a calcio. Bellisima la scna del cameo dove l'attore Oelè incontra quello vero in Hotel e si guardano in faccia, e l'attore resta stupito. (Chissà se sapeva di questo cameo oppure è stata una vera sopresa?) per chi è fan del calcio in generale, NON può perdersi questo bellissimo film.


venerdì 3 novembre 2017

Recensione: The path stagione 2


Trama: Nella seconda stagione troviamo Eddie che definitivamente vive fuori dal campo. Riesce però a vedere i 2 figli anche se per il movimento è sbagliato e non dovrebbe più avere notizie di loro. Riesce anche a parlare con Sarah la moglie, che ovviamente nasconde il tutto alla famiglia e a Cal. Quest'ultimo dopo aver commesso una cosa davvero troppo grossa alla fine della prima stagione, alla fine confessa il tutto a Sarah. Che pensa di tenersi tutto senza denunciarlo. Cal verrà arrestato? Eddie è davvero il promesso come gli ha detto Meyer quando si sono visti per l'ultima volta? -Scritta da me, non trovandola da nessuna parte-

Voto: 5/5

Mio parere: Questa stagione è anche più bella della prima. Adoro questa serie. Non solo mi fa piacere che Eddie se ne sia andato quasi del tutto (capirete guardandola perché quasi), ma poi perché stanno saltando fuori un sacco di cose, che spero che nella 3 vengano a galla, sopratutto una. Intanto Cal come dicevo nella trama sopra, ha commesso un reato MOLTO grave, e spero che ne paghi prima o poi le conseguenze, Eddie è riuscito a parlare con altri rinnegatori (chi per qualsiasi motivo) è stato messo fuori dal movimento oppure se ne è andato. Il papà di Sarah e 15 anni che di nascosto da tutti fa una cosa che NON dovrebbe fare per nessun motivo a detta del movimento. E anche Sarah si è macchiata di crimini non molto consoni. E anzi sono d'accordo con lei Eddie non doveva insabbiare tutto, lei doveva pagare come giusto che sia. Quello che mi è piaciuto in parte è la nascita di un nuovo movimento che per un aspetto a quanto pare sarà più aperto rispetto a quello odierno creato da Meyer. L'FBi sta indagando su di loro, e gli auguro di riuscire nel loro intento, per salvare un sacco di persone. Finalmente anche un'altro di loro è andato via, e ne sono felice. Così potrà vivere al meglio la sua vita. Il finale però mi ha lasciato leggermente preoccupata Cal apposta risponde molto bene alla provocazione che gli fa Eddie, e non vorrei che nella terza stagione le cose per lui non vadano liscie come si sarebbe aspettato. Io spero che Sarah ceda e che confessi quello che sa su di lui, oppure che qualcuno scopra con delle prove schiaccianti quello che lui a commesso. (Per chi non lo sapesse) si capisce abbastanza bene che è ispirato a Scientology, ci sono abbastanza cose simili a quello che ho letto io nel libro di J.Miscavige Hill: Scientology: ci sono nata, ci sono cresciuta, sono scappata. 


giovedì 2 novembre 2017

Recensione: Life di A. Corbijn


Trama: Nel 1955 si incontrarono diventando amici due giovani sul punto di dare una svolta alla propria carriera artistica. Un momento complesso per loro, quello in cui dimostrare a se stessi prima che altri altri di valere non solo per il proprio talento, ma anche per le scelte che avrebbero compiuto. I due erano James Dean, il cui film La valle dell’Eden stava per uscire nei cinema, e il fotografo dell’agenzia Magnum Dennis Stock. A quest’ultimo venne commissionato un servizio fotografico sull’attore stella nascente di 23 anni.

Voto: 5/10

Mio parere: Devo ammetere che mi sono annoiata abbastanza a guardare questo film. E' piatto, e tutto un fotografo che rincorre Dean, e che lui è pigro per fare quasi tutto. Che ok, le foto mi stanno bene. Però lo avevo immaginato un film diverso, molto più scorrevole. Pattinson come sempre lo trovo un attore molto bravo, fino ad ora non ho ancora trovato una sua parte indecente. Gli altri non sono male, anche la Mastroinardi se la cava bene. Aggiungo anche che il finale non è un gran che, non so mi ha dato l'idea di qualcuno un po campato in aria. Di veramente bello ci sono le foto che ci fanno vedere quando il fotografo le guarda con la lente, e alla fine del film, che sono spaccati di vita di una star personali, e per questo lo rendono più "umano". Cosa che invece all'epoca non veniva apprezzata (almeno dal capo del fotografo no.) E poi i gusti sono gusti ok, ma secondo me Dean era decisamente più affascinante dell'attore che fa la sua parte, potevano trovare di meglio, visto la vasta gamma di Attori e neo attori che hanno negli U.S.A


martedì 31 ottobre 2017

Cosa leggere e vedere per Halloween

Cosa si può leggere oggi a tema Halloween? vi farò vedere due libri sia per adulti che per bimbi.

Come libro per grandi scelgo quello che mi è uscito su Facebook dalla pagina Tim reading con il nuovo giochino quello che se metti una frase e poi il tuo nome si crea un link dove ti escono varie cose, in questo caso un libro per Halloween.

Trama: "Il vento ululava. I lampi pugnalavano la terra a casaccio come inefficienti assassini. Il tuono rombava e rimbombava. Al centro di questa tempesta di elementi c'era un fuoco che ardeva, tra i cespugli di ginestra gocciolanti, come la follia nell'occhio di una donnola. Esso illuminava tre figure accovacciate. Mentre il calderone ribolliva, una voce anziana gracchiò: 'Quando c'incontreremo di nuovo noi tre?'".

Mentre per i bimbi  scelgo Teneborsa una delle amiche di Stilton


Trama: I Tenebrax scoprono di avere dei nuovi vicini: dentro la collina di Castelteschio ci sono centinaia di grotte sotterranee dove vivono... i bizzarri pipistrelli di Grottacupa! Tra questi, la dolce Strilla conquisterà il cuore di Pipistrillo e chiederà aiuto a Tenebrosa e Geronimo per smascherare un misterioso ladro...

Mentre come film se volete vedere qualcosa punto ad un grande classico Dracula 1931.

Trama: La storia è quella solita. Dracula mozzica un bel po' di turisti finché non arriva l'ammazza vampiri Van Helsing a saldargli il conto.

Per tutti, ma sopratutto per i bimbi Hocus Pocus

Trama: Tre streghe vissute nel XVII secolo tornano ai giorni nostri per far fuoco e fiamme - in quel di Salem nel Massachusetts - nel momento in cui i loro inquieti spiriti vengono accidentalmente evocati nella notte di Halloween. Accusate di stregoneria e bandite trecento anni prima, le tre diaboliche fattucchiere avevano sempre sperato di poter tornare. Quel giorno è giunto ed il satanico trio si mette all'opera, gettando scompiglio con effetti comici devastanti.

Serie TV a tema. 
Potete benissimo ri-vedervi una puntata di Pretty lillte liars
E per i bimbi Chica Vampiro.




domenica 29 ottobre 2017

Il mio grasso grosso matrimonio Greco 2 di K. Jones


Trama: Toula Portokalos e Ian Miller tremano all'idea che la loro adorata figlia adolescente, Paris, possa lasciare Chicago per frequentare l'università altrove. Mentre sperano che la loro piccola famiglia possa rimanere unita il più a lungo possibile, replicando senza volerlo i costumi della scomoda tribù d'origine di Toula, usa a presenziare in massa ogni piccolo evento e a discutere in gruppo ogni accadimento privato, una nuova urgenza si apre proprio sul fronte di mamma e papà Portokalos. Sembra, infatti, che Maria e Kostas non risultino legalmente sposati e Maria, stanca di decenni di bisticci, considera l'ipotesi di cogliere al balzo l'occasione.

Voto: 9/10

Mio parere: Bellissimo film, come fu il primo. Mi sono divertita davvero molto a vedere di nuovo questa fantastica famiglia, anche se mi aspettavo che Toula e Ian avessero due figli, ma probabilmente si sono ribellati alla famiglia di lei numerosa ahaha! molti attori non me li ricordavo anche se il primo film me lo sono vista di recente. Ma da quello che ho letto tutti sono gli stessi attori della prima volta. Logico tranne i bimbi piccoli, Paris e il ragazzo che frequenta. Trovo carinissimo che Maria e Kostas si sposano 50 anni dopo per la seconda volta, perché alla prima mancava una firma sul documento. La scena dove Maria per le nozze sceglie tutto quello che la Wedding planner le sconsiglia è fantastica, in pieno stile Portokalos. Chissà se poi Costas è stato felice di sapere che Paris si frequenta come un Greco, come tanto lui desidera. Se avete amato il primo, non potete non vedre questo.


sabato 28 ottobre 2017

Ti abbandono 44° Succe di S. Viscardi

SuccedeSuccede by Sofia Viscardi
My rating: 2 of 5 stars

Fino a non molto tempo fa la seguivo su Youtube e non mi dispiaceva. Però questo libro sembra scritto da una bimba di 5 anni. NON sopporto i personaggi che sono inutili come Margherita, una delle superiori che le da noia conoscere le persone (cosa che io forse facevo a 6 anni). Fino a non molti anni fa ero molto timida, ma NON ero scorbutica con tutti gli estranei come fa lei, ed infatti non capisco come possa essere amica di Olimpia, avendola conosciuta da "grande" visto che non sopporta NESSUNO. Poi fai i classici discorsi da nonni: non capisco perché Samuele mi scriva su Facebook, quando sarebbe meglio farlo dal vivo. Quando è lei che manda SMS a Olimpia e Tom, oppure gli telefona. Se la pensi così perché hai un cellulare che va in internet usa il 3310 in caso di emergenza. Come mai usi Facebook se per te è BELLO parlare SOLO dal vivo? Samuele si comporta con educazione con lei, e lei lo tratta come se fosse un poraccio e ne ha paura. Di cosa? oddio non sia mai che la mangi viva -.- questo trovo che non sia un buon insegnamento per i lettori, perché fa di tutta l'erba un fascio. Sconosciuto = persona da averne paura non si sa mai! dice di essere sempre in ritardo, dopo 2 volte che entra a scuola dopo come per magia è sempre sveglia in anticipo ora. La mamma Alice Cullen che legge nel pensiero di Margherita a quanto pare, visto che SOLO per cellulare capisce che la figlia è in terrazza da Olimpia e non per strada come dice la figlia. Il padre che ecologista che viene dipinto come un poveraccio che non si lava i capelli. Quando ci sono un sacco di shampoo biologici al 100% che non contengono agenti chimici ne per noi ne contro l'ambiente. Il libro non è di certo uscito nel 1530. Sono arrivata fino al giorno dopo che Samuele e Margherita escono assieme e poi basta. Mi urta i nervi a livelli esagerati questo personaggio.

View all my reviews

giovedì 26 ottobre 2017

Recensione: Dirty dancing di W. Blair


Trama: Remake per la Tv dell'omonimo film, Dirty Dancing racconta ancora una volta l'incontro proibito tra la diciassettenne Frances Houseman, soprannominata "Baby", e il maestro di ballo Johnny Castle, seguendo la trama originale in maniera fedele se non per qualche piccola eccezione. In vacanza con la famiglia in un resort nelle Catskill Mountains, l'aspirante studentessa di medicina rimane colpita dal giovane ballerino e dalle coreografie che insegna agli ospiti dell'albergo. L'amicizia tra i due cresce a ritmo di mambo e bachata. Ma quando Baby tenta di scagionare il ragazzo da un'accusa infondata di furto, rivelando così la loro relazione segreta, Johnny viene licenziato ed è costretto a lasciare il resort. Tornerà tra gli applausi del pubblico a tirare Baby fuori dall'angolo in cui è seduta. -Cambiano alcune scene, ma è molto fedele. Così dicono su Coming soon.it-

Voto: 6/10
SPOILER!

Mio parere: Credevo fosse una gran delusione, ed invece mi è piaciuto molto. Anche se devo dire che non ricordo tutto perfettamente anche se il film originale l'ultima volta che l'ho visto sarà stato massimo 2 anni fa 😀. So per certo che non esiste la sorella, almeno che non si sia persa nel tempo nella versione originale, mi ricordo benissimo che nella scena finale al tavolo vediamo solo la mamma e il papà di Baby. Loro sono carinissimi, le foto non gli rendono giustizia, ed apprezzo molto che Baby in questa versione sia curvy. Come sempre tra le mie scene preferite (e che stranamente ricordo xD ci sono quella della foto qui sopra nel bosco e quella finale. Mi fa piacere che in questo remake si veda che fine abbiano fatto i due. Anche se mi spezza il cuore trovare Baby sposata con un'altro e non con Jhonny. E in pieno stile film Americano NON spiegano niente nemmeno a pregarli in Cinese. Non sappiamo come mai i 2 non stiano più assieme. Sopratutto non sappiamo nulla dei suoi genitori e della sorella. Bella anche l'idea che sia Baby a creare Dirty dancing in un libro, che poi Jhonny trasforma in un musical. E chissà anche se anche Penny balla ancora ed è arrivata fino a Brodwey. 


mercoledì 25 ottobre 2017

Recensione: Qualcosa di buono di G. C. Wolfe


Trama: Quando Kate comincia ad avvertire i primi segnali che il suo corpo non obbedisce più a lei ma ad una malattia progressiva e invalidante, la vita che ha condotto fino a quel momento si sgretola con crudele rapidità. Non può più suonare il piano né cucinare, non se ne fa più nulla o quasi dell'immensa casa modernista su due piani, e presto nemmeno di un marito, Evan, che per paura di romperla ha pensato bene di smettere di avvicinarla intimamente. Ferita nell'anima, ancor prima che nel fisico, Kate insiste per assumere come badante la giovane Bec, universitaria caotica e inesperta, dotata però della carica vitale di cui lei ha disperatamente bisogno.

Voto: 10/10

Mio parere: Film bellissimo. Anzi molto di + di quasi amici.Mi piace come viene trattato il tema della SLA sia con rispetto ma anche con una nota simpatica. Tipo le cose maldestre che fa Bec e che lei ci ride di gusto. Bellissima anche l'amicizia che si è creata tra le due che sono completamente diverse come persone, e si legano tantissimo. Sono d'accordo sulla scelta iniziale che fa Kate con suo marito, ma non sono d'accordo che poi cambi idea su di lui. Come penso che Bec abbia fatto bene ad andare dalle "amiche" di Kate ed affontarle, sono due persone inutili. Le classiche che fino a che non sei un peso (per loro) tutto va bene. Una poi sarebbe da prendere a calci in faccia, visto che non capisce nemmeno quanto sia grave la situazione di Kate, sembra che parli di una persona che di punto in bianco fa la cafona e se la tira. Il mondo è davvero pieno di gente schifosa come questa qui purtroppo. Il finale è davvero molto triste la scena dove le due sono a letto è abbastanza forte secondo me. Però e ora che in TV non venga più indorata la pillola, La SLA esiste e la vita vera non è un film Disney ci sono anche momenti davvero molto duri come quella scena, oppure come la scelta che Bec fa per Kate. Che io condivido a pieni voti. Quindi guardatelo, ne vale davvero la pena.


martedì 24 ottobre 2017

Recensione: perché vegan? di M. Berati

Perché veganPerché vegan by Marina Berati
My rating: 5 of 5 stars

Bellissimo libro. Ti spiega con cura perché la scelta alimentare giusta sia quella Vegan, e non quella onnivora o quella solo latto-ovo-vegetariana. E tutto molto semplice, e capibile non ci sono paroloni impossibili tanto per fare un libro. Lei poi a passato tutte le fasi, onnivora, latto-ovo ed ora è vegana. Spiega come mai è anche stata latto-ovo, spiega come mai a cambiato da onnivora a vegana. E poi ci sono un sacco di link, come su altri libri che parlano di questa scelta, su siti di ricette, dove parlano oppure ci sono video (non lo so bene) sulla vivisezione, siti dove ci sono video su quello che succede dentro a dei macelli. Il bello di questo libro è che lo puoi trovare su Veg facile ed è gratis. Quindi tutti possono prenderlo, tutti possono leggerlo. Nessuno potrà dire: non lo compro perché costa troppo, oppure perché non spendo soldi per i PDF quando compro solo in cartaceo. Perché e alla portata di tutti! quindi se volete iniziare questa strada, e volete un libro che sia chiaro e per tutte le tasche iniziate da qui.

View all my reviews

domenica 22 ottobre 2017

Recensione: Il sentiero della felicità - Awake


Trama: La vita e il messaggio dello swami Paramahansa Yogananda, portavoce della tradizione yogica in occidente e autore del best seller Autobiografia di uno Yogi. L’infanzia nel continente indiano, la morte della madre, il decennio di apprendimento nell’eremo del maestro Sri Yukteswar, l’approdo a Boston e la sua prima relazione ‘La scienza della religione’, il trasferimento a Los Angeles e la fondazione del Self-Realization Fellowship, le conferenze itineranti e il successo, le calunnie della stampa statunitense, il ritorno in India e il contatto con Gandhi, la morte del suo guru, l’ultimo addio al termine di un discorso ufficiale.

Voto: 9/10

Mio parere: Non conoscevo bene la sua figura, ma grazie a questo docu-film adesso lo conosco meglio. E devo dire che mi piace quello che dice e quello che era. Una persona gentile, buona e ben educata. Che era amico di Gahmdi (altra figura che ammiro molto). Non deve essere stato per nulla facile vivere in Americ quando andò nella parte sudista, però lui è stato forte se ne è andato ma non subito. Ho apprezzato molto che lui abbia sposato delle coppie miste, quando era vietato all'epoca dare il benestare alle coppie miste, mente lui non si è posto nessun tipo di problema. Mi è dispiacuto molto che dopo 45 anni si sia chiusa l'amicizia con l'altro Swami, ma ha deciso di andarsene e di sposare una sua alunna, e voleva essere pagato per i suoi servigi. E quindi sono dell'idea che sia stato meglio che si sia tolto dai piedi, quelle persone lì non sogno degne di essere Yogi oppure figure importanti simili. Spero di poter trovare il suo libro e di legegrlo, perché sono curiosa di capire meglio di cosa parli.


mercoledì 18 ottobre 2017

Www Wednesday 64°

Cosa sto leggendo:

Cosa ho appena finito di leggere:

Cosa leggerò: